Finali Nazionali Under 16 a ROMA – 6° posto in Italia!!!

 
A Roma si sono svolte le Finali Nazionali Under 16, il livello non è mai stato alto come quest’anno, con squadre capaci di un gioco veloce e allo stesso tempo con tecnica e tattica degna di una B2 o B1.
 
Le regole: 4 gironi da 4, le prime 2 di ogni girone passano di diritto ai quarti di finale, le ultime 2 dal 9° al 12° posto.
 
Il nostro girone si presenta subito il più difficile, dato che su quattro squadre, tre sono di primo piano (senza togliere nulla al Rizzy Volley Udine): noi, il San Donà e il Futura Giovani Busto Arsizio.
Girone difficile anche perché chi passa come seconda incontrerà la squadra di casa, il Casal de Pazzi Roma, superfavorita anche nella vittoria finale.
Nella Prima gara del 3 giugno nel pomeriggio, il San Donà vince seppur faticosamente 3 a 0 con Udine, quindi tocca a noi contro Busto Arsizio, già 2 volte incontrate quest’anno nelle Finali dei Tornei di Occimiano e Alba, e ne siamo usciti una volta sconfitti e una volta vincitori.
La tensione e la scarsa lucidità in vari momenti cruciali non giocano a nostro favore, infatti perdiamo il primo set, anche a causa di un’infinità di invasioni che neanche in tutto l’anno sportivo si erano fatte (alla fine se ne contano ben 15); nel secondo la paura di perdere e la determinazione fanno si che il set sia dalla nostra parte, ma non basta a vincere, infatti gli errori si moltiplicano in fase di attacco e in fase difensiva, la squadra non ha un atteggiamento positivo, tanto che si contano pochissimi attacchi dopo difesa, e questo fa gioco alle giocatrici varesine che con un gioco più intelligente e senza molti errori portano a casa la prima partita della giornata per 3 a 1 (25/19 – 22/25 – 25/22 – 25/22).
 
Il mattino seguente c’è la Partita per noi più importante, una Finale che dirà se possiamo entrare nelle prime 8 a livello nazionale o no, la partita è con il San Donà, che forte dei primi 3 punti, è più tranquilla.
La sera precedente riunione dello staff con la squadra, dove abbiamo preparato la partita e provato a dare coraggio e motivazione alle giocatrici.
La partita la comandiamo noi e giochiamo su ogni pallone, riusciamo a mettere in crisi la ricezione avversaria con una battuta tattica giusta ma anche di forza.
Pochi errori e grande determinazione fanno si che il San Donà abbia molte difficoltà a fare punti, così dopo un primo set punto a punto ma vinto da noi a 22, nel secondo diamo la svolta mentale alla partita, vinciamo a 15 garantendoci così un po’ di tranquillità per il set successivo, che, pur con qualche difficoltà portiamo a termine a 20 aggiudicandoci la vittoria.
Primi 3 punti conquistati con la squadra di Busto che vince contro quella di Udine; cosa che riusciamo a fare anche noi aggiudicandoci l’ingresso ai quarti di finale; resta solo da stabilire solo se primi o secondi del girone, ma risolve tutto il Busto Arsizio che vince per 3 a 1 con il San Donà nell’ultima partita del pomeriggio.
 
Classifica del Girone A: Busto Arsizio 9 punti, InVolley 6, San Donà 3, Rizzy Volley Udine 0.
Negli altri Gironi:
B)Casal de Pazzi Roma 9, Idea Volley 6, Jesi 3, Marsala 0
C)Anderlini MO 8, Joy Vicenza 5, Altamura 3, Ester Napoli 2
D)Orago 9, Vallestura GE 4, Pall. Calenzano 3, Nautilus Roma 2.
 
Quarti di finale, Sabato mattina alle 9.30 con Casal de Pazzi Roma, squadra di casa che è candidata alla scudetto; la voglia di fare bene è tanta, ma già dall’inizio la differenza di “cattiveria” agonistica si vede, le romane mettono rabbia e determinazione su ogni palla e noi, che siamo già sconfitte in partenza, non accenniamo neanche una sorta di ripresa durante l’arco della partita, questo permette a Roma di fare il gioco e a noi di subirlo per 3 set: 3 a 0 secco (25/17 – 25/11 – 25/14).
 
Negli altri abbinamenti Orago vince con Vicenza 3-1;
Anderlini MO vince con Vallestura GE 3-2
Busto Arsizio vince con Idea Volley BO per 3-0.
 
 
Adesso c’è da giocarsi il 5°-8° posto con il Vicenza, il morale non è dei più alti ma c’è da giocare ancora e rimboccarsi le maniche dopo la figuraccia fatta al mattino; la partita è alla nostra portata e non troviamo molta resistenza nella squadra veneta, tranne per un tratto nel terzo set che viene vinto dalle avversarie grazie ai nostri mille errori, ma l’ingresso di giocatrici più fresche ci danno lo slancio verso la vittoria nel terzo e quarto set che ci permette di arrivare tra le prime sei nazionali, risultato minimo per una squadra come la nostra. Risultato finale: 3-1 (25/18 – 25/21 – 15/25 – 25/15).
 
Intanto nella semifinale Orago-Casal de Pazzi Roma la spunta Orago per 3 a 2; nell’altra semifinale sempre un 3°2 vincente Anderlini Modena su Busto Arsizio; quindi finalissima Orago-Anderlini MO.
 
La nostro Finalina invece sarà 5°-6° posto con l’Idea Volley Castenaso BO.
Le nostre ragazze ormai fisicamente e psicologicamente stanche non disputano una gran partita, anche se durante i primi due set siamo sempre in vantaggio, ma errori su errori fanno si che le bolognesi si ritirino su nel primo set e lo vincano, come nel secondo, sempre in vantaggio ma nella seconda metà del set sorpasso e vittoria delle avversarie; nel terzo set con difficoltà riusciamo a portare a casa la vittoria del set, ma alla fine le bolognesi vincono la finalina per il quinto posto e noi arriviamo sesti con un po’ di rimpianti per quanto visto in questo torneo.
 
Nella finalissima invece si sono affrontate Anderlini Modena e Amatori Atletica Orago Varese, quest’ultima con un secco 3 a 0 vince per la seconda volta lo Scudetto Under 16, complimenti a loro per la splendida doppietta che lascia lo scettro di questa categoria in Lombardia.
 
Prima della Finalissima il Coach è stato intervistato per commentare la nomina della propria giocatrice Camilla Neriotti (Centrale) nella formazione ideale delle Finali Nazionali; una bella soffisfazione per gli allenatori, Società e la stessa giocatrice che dopo un anno passato in Lombardia, tornata a casa nel cambianese, ha fatto un salto di qualità per giocare ad alti livelli.
 
Il Coach Daniele a fine avventura: “Siamo arrivati sesti in Italia, il bilancio è positivo, senza dubbio, i rimpianti durante l’arco di tutto il campionato nazionale ci sono e rimarranno, ma non superano le soddisfazioni che si sono create in questi giorni.
Le giocatrici hanno dato molto all’InVolley; in più abbiamo capito su chi si può puntare per il futuro, anche perché ribadisco in questa sede che noi all’InVolley facciamo crescere giocatrici per l’alto livello, poche squadre in Piemonte fanno giocare in B o in C giovani di 16-15 anni (noi con Asti lo facciamo).
Grazie a tutte le ragazze che si sono messe in discussione durante tutta la stagione, e ovviamente grazie anche a Claudio, grandissimo secondo allenatore e a Francesco, dirigente insostituibile!”.
 
L’InVolley Under 16:
2-Ilaria Fasano
3-Serena Vaglietti
4-Eleonora Cavaglià
6-Margherita Grattarola
7-Camilla Neriotti
8-Isabella Bourlot
9-Luisa Martin
10-Alessandra Vergnano
11-Camilla Dametto
14-Elisa Crivellaro
15-Francesca Mariotti
13-Margherita Mascherini
17-Sofia Moretto
18-Veronica Ivaldi
 
Allenatore : Daniele Turino
ViceAllenatore: Claudio Feyles
Dirigente Accompagnatore: Francesco Tamagnone