IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIGBANG…

Non sono mai stato bravo con le parole, ma è doveroso da parte mia dedicarvi un pensiero.
 
Che tristezza ragazze.
No! non è per la partita persa. Credo che per perdere una finale prima bisogna arrivarci, e noi ci siamo arrivati.
Ovvio che si poteva fare meglio ma ormai è andata. Mi sarebbe piaciuto regalarvi questa gioia ma probabilmente paga ancora un po’ di inesperienza.
Non sono qua però, per scrivere un’opinione da tecnico. Per fortuna non sono solo “palloni e palestra”.
Ciò che davvero mi rende triste è pensare che un ciclo si è chiuso.
Vorrei, in queste 2 righe, elogiare quelli che sono i valori umani di 14 piccole amiche, che mi hanno reso un ragazzo felice.
Finita la partita con Alba ci ho messo 2 strazianti minuti a realizzare la sconfitta. Impiegherò mesi, se non di più, a guarire questo magone dovuto al fatto che le mie ragazze non saranno più le mie ragazze.
A fine giornata ognuno di noi sarebbe potuto andarsene incazzato e invece eravamo tutti lì, seduti su quel marciapiede a salutarci con le lacrime agli occhi, e vi assicuro che non pensavo alla partita già da un pezzo.
Queste erano le mie ragazze. Un gruppo unito, un gruppo di amiche per la pelle, un gruppo di una semplicità bestiale, senza prime donne e con una gran voglia di spaccare il mondo…insieme.
Da coach, questa è la mia vittoria.
Auguro a me stesso di allenare in futuro gruppi che sappiano regalarmi un solo decimo delle emozioni provate in questi 2 anni.
Come ho già detto, ho maturato nei vostri confronti un sentimento impareggiabile, e questo credo sia il vero motivo per il quale la mia avventura con voi deve terminare.
Ho preteso tanto, ho gridato tanto. HO OTTENUTO TUTTO E ANCHE DI PIU’. Non posso chiedervi altro perchè non ce la farei e perchè già solo così mi sento in debito.
 
Vi ho voluto un gran bene e ve ne vorrò sempre.
La mia squadra che non è più la mia squadra, sarà per sempre la mia squadra!
 
Ringrazio il mio fratellone Stefano.
Ringrazio Fabry, che ho riscoperto come persona e come amico.
Ringrazio la piccola Brussina, Fede, Simo e Fra.
Ringrazio tutti i genitori che hanno creduto in questo progetto.
Ringrazio Elena che ha saputo accettare con cuore questo mio vizio pallavolistico che le ha negato tante attenzioni.
Ringrazio tutti coloro che ci hanno sostenuto con tifo e tamburi.
Ringrazio soprattutto la fortuna, che mi ha permesso di conoscere il più bel gruppo che un allenatore possa avere.
E infine ringrazio per l’affetto, le lacrime e la fiducia
Chià, Asy, Ady, Giosh, Pax, Pej, Marta, Gigia, GiùGiù, Ludo, Gio Iva, Nady, Silvietta e Vero.
 
VOI NON SIETE IL PIU’ GRANDE SPETTACOLO DOPO IL BIGBANG…
 
VOI SIETE MOLTO DI PIU’
 
Grazie di cuore
Chry