Serie C: InVolley Chieri ’76 – Pallavolo Oleggio  0-3

E’ iniziata da un mese la nuova avventura della serie C, da quest’anno sotto la B1 del Chieri 76, ma sempre facente parte del consorzio InVolley – Asti Volley e appunto Chieri ’76.
La rosa è stata completamente rivoluzionata e ulteriomente ringiovanita con un età media di 16 anni.
Fanno parte di questo gruppo il capitano Roberta Garnerone(classe ’91), Silvia Casagrande (classe ’93), Adriana Aimasso, Alessandra Vernano(entrambe classe ’94), Giulia Tofi, Isabella Bourlot, Michela Bevilacqua, Elisa Crivellaro, Elisa Bertola, Luisa Martin (tutte classe ’95), Diletta Curiazio, Ariana Pirv, Asia Cogliandro(tutte classe ’96) e Ilaria Rossetti(clase ’97).

In questo mese è stata disputata la Coppa Piemonte che si è chiusa con un bilancio di 2 vittorie e 4 sconfitte, ma che serviva principalmente per far fare esperienza al nuovo gruppo e provare diverse soluzioni. Va inoltre detto che per cause di forza maggiore(influenze, acciacchi, ecc..) non è mai stato possibile avere la formazione al completo.

Sabato è iniziato invece il campionato di Serie C che ci vedeva affrontare la Pallavolo Oleggio, squadra esperta e rodata che da anni disputa il campionato di C e che certamente punta fare un buon campionato.

Cronaca:
1° set: dopo una prima fase punto a punto(9-10), dove subiamo a muro grazie alla distribuzione dell’ottima palleggiatrice avversaria, riusciamo con dei servizi efficaci a prendere un leggero vantaggio ( 12-10) che aumenta con gli attacchi vincenti di Garnerone e Pirv (16-12), per poi assistere al ritorno delle avversarie complici i nostri molteplici errori(due doppie e due murate subite). E’ sempre il servizio a rimetterci davanti ( 20-17), ma continuano le difficoltà a muro, così le avversarie si rifanno sotto fino al 24-23, dove poi è la maggiore esperienza e lucidità nel gestire i palloni decisivi a fare la differenza a favore dell’Oleggio e il set si chiude 24-26.
2° set: dopo un buon avvio, iniziano da parte nostre tante imprecisioni e soprattutto tanti errori(saranno 17 a fine set) che non ci permettono di giocare alla pari. L’Oleggio si limita a gestire il vantaggio fino a fine set, dove ha un calo d’attenzione che ci permette di rifarci sotto fino al 23-24. Anche qui la maggiore freddezza ed esperienza fa sì che siano loro a chiudere il set 23-25
3° set: sulla falsariga del secondo, sono sempre i troppi errori, soprattutto in attacco, a penalizzarci. Sul 13-19 è ancora il servizio a tenerci in partita e a farci accorciare le distanze (19-21), ma le avversarie sono brave a chiudere set e partita sul 22-25.

Sapevamo che contro l’Oleggio sarebbe stato difficile ottenere punti, però visto l’andamento della partita un po’ di rimpianti ci sono e qualcosa di più poteva essere fatto, in quanto la prova, soprattutto nella gestione degli errori, non è stata delle migliori.

Sabato prossimo ore 18.00 fuori casa contro il Lingotto, una delle favorite del girone.