Serie C: sempre quinto set in trasferta, questa volta sconfitta a Condove

 
Quattro tie-break in quattro partite, però il gioco non cresce
 
Continua il momento no della nostra Serie C che ritorna nuovamente a casa con l’amaro in bocca per una partita che doveva regalarci punti e consapevolezza e invece ci consegna delusione e insicurezze.
 
L’emergenza è sempre alta perché alle lungo degenti Gaiotti e Gaspardo Moro si aggiunge l’influenza di Palazzo che rientra soltanto per la partita dopo una settimana di malattia, scelte obbligate quindi per Martinoli che comincia con Ingignoli in palleggio, Grattarola opposto, Cortelazzo e Mascherini in banda, Menardo e Durando al centro con Guarise libero.
 
Partenza negativa per l’Asti InVolley, tutte le raccomandazioni del riscaldamento e dell’ultimo periodo di allenamento sono ignorate dalla squadra, errori su errori in battuta e attacco e una ricezione quanto mai approssimativa (17 errori totali nel primo set) consentono al Valsusa di partire 20 – 10, a nulla serve la rimonta finale e l’ingresso di Palazzo, ormai il parziale è andato.
 
Altro approccio nel secondo set, una battuta tattica ed una maggiore attenzione sulle rigiocate consentono di prendere il largo nel punteggio e nel gioco, le differenze appaiono notevoli e il secondo parziale si chiude sul 17 – 25.
 
Terzo set che inizia come si era chiuso il secondo, InVolley avanti e squadra di casa che fatica a rimanere in scia nel punteggio e nel gioco, giocattolo che si rompe nel finale però, perché in un attimo costruiamo 3 errori grossolani che ci costringono ad inseguire e a gettare al vento la conquista del parziale.
 
Buttato via il primo punto quindi, ma almeno in questo frangente si nota la voglia della squadra di raddrizzare una partita resa complicata più dalle nostre mancanze che dalla reale forza altrui, il quarto set appare come un nuovo monologo bianco-blu che si chiude ancora 17 – 25.
 
Partenza quinto set punto a punto, 2 errori in attacco e molta difesa consentono alle ragazze della Valle di Susa di rimanere in scia e poi passare a condurre 8 – 6 al cambio di campo, non c’è più la capacità necessaria per imprimere la svolta alla partita, attacchiamo molto ma con gli stessi colpi che non creano più difficoltà alle avversarie, sono loro alla prima occasione a conquistare gli scambi più lunghi e a portare a casa il tie-break per 15 – 10.
 
Tanti problemi per la squadra in questo momento che fatica a trovare la sua identità e una continuità accettabile, situazioni a cui dover nel più breve tempo possibile dare una soluzione, per evitare di compromettere il raggiungimento degli obiettivi individuali e di gruppo.
 
In classifica Sant’Orsola (3 – 1 a Cuneo) e Villata (3 – 0 con il Bra) 18 punti, Collegno Cus (3 – 1 a Asti con il Kid) 15 punti, Cuneo e Calton Volley (3 – 0 con il Racconigi) 11, Valnegri Acqui (3 – 1 con l’Erbavoglio) e Erbavoglio At 10, Bra e Asti InVolley 6, Valsusa, Morozzo (oggi a Corneliano) e Asti Kid 4, Racconigi e Corneliano 3.
 
 
La prossima partita in casa sabato 28/11 alle ore 17.45 contro il Corneliano.
 
 
Mercoledì derby in Under 18 contro l’Asti Kid alle 20.00 al Pala San Quirico di Asti.
 
 
VALSUSA CONDOVE – ASTI INVOLLEY     3 – 2
(25-18; 17-25; 25-22; 17-25; 15-10)
 
Asti InVolley: Casagrande 0; Guarise (L); Menardo 14; Mascherini 8; Cortelazzo 28; Grattarola 1; Palazzo 9; Durando 7; Martin (L); Sturari 0, Ingignoli 2; Gaiotti ne.  
All. Martinoli – Vice Cavallari.