Under 12 gruppo A – un Sabato da montagne russe…!!!

Il 5 Maggio è storicamente ricordato, anche da una famosissima ode del Manzoni, per la dipartita di uno dei personaggi più famosi della storia dell’ottocento europeo: Napoleone. Il 5 maggio ha rischiato di divenire più famoso ancora per il time out più breve della storia della pallavolo dell’ Involley. I fatti: come ogni concentramento le Trinch girls scendono in campo e danno il meglio di loro stesse nel primo set contro il PGS Reba, la quale non ha nulla da dire in questo campionato se non il fatto di parteciparvi e di figurare come meglio le riesce. Primo set 25 a 3 e questo dice tutto…quasi tutto perché le ragazze a questo punto pensano che sia il caso di vincere il 2° set e si arriva al 23 a 7 per loro, ma…inspiegabilmente si fermano lì. Okkio raghe il set finisce a 25!!! Il Reba azzecca, per demerito delle chieresi più che per merito loro, un filotto di 9 punti consecutivi; 23 a 16. Sale l’entusiasmo delle avversarie, scende il gioco delle biancoblù…ed ecco che si sfiora il guinness dei primati. Fede chiama time out e dice queste parole:”…allora vogliamo giocare o ce ne andiamo???…tornate dentro!!!” Fine del time out. Ma non aggiunge nulla, non guarda più le ragazze. Tempo netto di 5 secondi 4 decimi e 2 centesimi di secondo…sfiorato il record! Si torna in campo e la rimonta del Reba finisce lì: 25 a 16. Il terzo set è normale amministrazione, perché le ragazze sono tornate in campo e si vede. I punti sono delle avversarie sono errori in attacco delle ragazze di Fede e Sara, ma il punteggio torna ad essere quello che deve essere:25 a 7. Tra una partita e l’altra Fede sottolinea lo sbandamento del secondo Set, ma più ancora loda e sottolinea le azioni del terzo indicando le fasi più salienti giocatrice per giocatrice, senza dimenticarne nemmeno una e ricordando tutto quello che le atlete Involley hanno fatto nelle fasi di gioco. Questo carica le “raghe” e nella seconda partita, al di fuori del punteggio (25/6 – 25/3 – 25/10) si vede come il “wild bunch” ha recepito il richiamo, ma pure la lode. Di tutti i palloni che sono punti per gli avversari, nemmeno uno è caduto sul terreno difeso dalle piccole dell’ U12. Reattività, voglia di difendere ogni pallone, concentrazione sono ingredienti di quella ricetta che quando esce dalla palestra porta a casa i sei punti che valgono la seconda parte della fase finale del campionato provinciale. Poi, per non farci mancare ancora un po’ di volley, tutti di corsa a sostenere le ragazze di Cristian e Stefano nella finale provinciale U13. Non so’ dire se l’apporto sia servito o meno in merito al “tifo”, ma di sicuro tutto il palazzetto di Santena si è accorto che siamo arrivati a incoraggiare le sorelle maggiori, le quali , quasi a ringraziare per il supporto morale dato, hanno vinto con un bellissimo e netto 3 a 0 il primo posto della categoria provinciale. Come dice lo slogan: “ …la gente come noi non molla mai…” così le ragazze dell’Involley, così il pubblico non smetteranno mai di dare il meglio di sè per fare in modo che tutti alla fine ( come dice il TM del 98 ) possano gridare “…Su le mani tifiamo Chieri!!!”